La scarpa artigianale su misura in 8 passi

Come vuole la tradizione delle antiche botteghe artigiane, simbolo internazionale del Made in Italy, Le Mastro realizza una scarpa su misura con un processo artigianale di circa 50 ore di lavoro. La scarpa su misura Le Mastro offre un comfort unico e durevole nel tempo che nessun’altra calzatura prodotta a livello industriale può dare, in quanto è disegnata e realizzata da Le Mastro appositamente per il piede del cliente. Le Mastro crea la scarpa su misura grazie a uno studio preliminare del piede e dei materiali che meglio si adattano alle necessità di ogni singolo cliente.
In questo modo il risultato è un mix di estetica e comodità. La bellezza del su misura sta anche nel dialogo che si instaura tra le artigiane Le Mastro e il committente, generando un rapporto unico ed esclusivo.

Scarpe su misura: ecco il percorso di creazione delle scarpe artigianali Le Mastro

 

 

Il primo passo per la realizzazione di una scarpa su misura consiste nella misurazione del piede. Questo è un passaggio fondamentale, grazie al quale le artigiane Le Mastro raccolgono tutti i dati necessari per poter modificare la forma su cui viene successivamente montata la scarpa, rispettando le caratteristiche del piede del cliente.


 

Il segreto di una scarpa su misura è nell'unione di due elementi: comodità e stile. Ciò che rende unico ogni scarpa fatta a mano dalle artigiane Le Mastro è il processo di creazione. Tutto parte dal progetto.
Il secondo passo è una chiacchierata con il cliente, grazie alla quale vengono raccolte le idee, messe su carta in una serie di disegni che devono soddisfare il gusto e la richiesta del cliente. A questo, si affianca la scelta del tacco, del pellame e di tutto quello che renderà unica ogni scarpa artigianale creata nella bottega Le Mastro a Roma. Anche il terzo passo è stato percorso.

 

Il quarto passo è affidato al sughero e al cuoio, due materiali preziosi per il lavoro artigianale, poiché permettono di modificare la forma, realizzando quegli accorgimenti che consentono al cliente di avere una scarpa ideata nel rispetto di ogni caratteristica personale.

 

Quinto passo: il modello scelto nella fase progettuale viene riportato sulla forma. Ciò permette di adattare ogni modello alle proporzioni del piede.
Tutti gli accorgimenti sono ben calcolati: la linea diventa scarpa.

 

Al sesto passo è la volta della tomaia, la parte superiore di una calzatura. Può essere di vari materiali come pelle o tessuto e viene realizzata con un'apposita macchina da cucire.

 

Gli elementi che rendono possibile questo passaggio sono contrafforte, puntale, fodera, tacco, colla, mastice, chiodi, semenze, martello, pinza, coltello. È la volta del settimo passo: la scarpa viene lasciata ad asciugare per un giorno e una notte, prendendo bene corpo.
Poi c'è il momento della prova della calzatura da parte del cliente, che consentirà di constatare che tutto proceda nel migliore dei modi.

 

Ogni dettaglio diventa fondamentale nella produzione della scarpa artigianale. L'attenzione e la cura verso la scarpa sono il risultato di ore di attento e scrupoloso lavoro.
Il tempo è uno dei più grandi alleati di Le Mastro: nulla è lasciato al caso.
Una delle particolarità delle calzature Le Mastro è confermata dalle nostre clienti al momento della consegna (ottavo passo): la leggerezza della scarpa.
Attraverso l'accurata nella scelta dei materiali, la qualità, la sapienza della tecnica e lo stile del Made in Italy prendono forma le calzature Le Mastro.
Se vi state chiedendo perché solo 8 passi… beh, al decimo ci arriverete con le vostre gambe e le calzature Le Mastro ai piedi!